[NON C'È PIÙ] VECIO, un soldato che non si è arreso

>> martedì 20 ottobre 2015

CASERTA
Vecio non c'è più.
Questo è Vecio. Per il corpo degli Alpini, Vecio è un soldato anziano. E il nostro Vecio lo abbiamo chiamato così proprio per questo: anche lui è un combattente, è il cane che da più tempo è in canile... sono ormai più di 12 anni che Vecio ha oltrepassato quel cancello. Non sappiamo neppure la sua età, presumiamo dai 13 ai 15 anni. Sappiamo solo che non si è arreso, ha resistito finora dentro un box, come un soldato; sono passati 12 inverni e 12 estati... vi rendete conto quanti sono? Ma Vecio non si è spezzato... si è indurito, quello sì... e infatti non si fa toccare. Ormai non crede più nell'uomo, non ha mai avuto niente da lui e non si aspetta più niente... è ormai rassegnato a morire là dentro, anche se nei suoi occhi c'è ancora la scintilla dell'energia, della vita. Vecio è la nostra sfida. È un cane anziano, una taglia grande, un carattere difficile, praticamente un caso impossibile... ma noi speriamo nel miracolo di un'adozione. Vogliamo che gli ultimi anni della sua vita riscattino tutto il suo passato, vogliamo che abbia così tanto amore che quando se ne andrà da questo mondo si sarà rimesso in pari con la sorte. Ma perché questo miracolo avvenga abbiamo bisogno di un'anima là fuori disposta ad accettare questa sfida!

Vecio è a Caserta e si affida chippato e vaccinato al centro nord solo a persone affidabili, con controlli pre e post-affido, regolare adozione e disponibilità a restare in contatto con i volontari nel tempo. Per informazioni: untesorodicane.blogspot.it.

2 commenti:

manuela 2 giugno 2017 16:38  

povero angelo neppure un commento sulla tua sfortunata inutile vita.ovunque tu sia, una carezza un bacione tesoro mi dispiace tanto.Manuela

Antebar 2 giugno 2017 23:38  

Cara Manuela, grazie con tutto il cuore di aver scritto e di avermi così fatto notare di non aver inserito commenti né per Vecio né per Jimmy, entrambi del Casertano; come faceva Silvia prima di me, lascio sempre almeno un rigo per dire addio a tutti quelli che non hanno avuto la benedizione di una famiglia, ma nel loro caso deve esserci stato qualche problema con la piattaforma.

La vita di Vecio è stata sfortunatissima, sì, ma non inutile. Non lo sarà stata se mai qualcuno, leggendo la sua storia o anche solo guardando la sua foto, deciderà di accogliere un anziano, magari proprio uno di quelli schivi come lui, di taglia grande, d'aspetto anonimo, eppure gravidi di insegnamenti.
Sto lavorando, in questi giorni, alla ristrutturazione di una vecchia casa. Vecchia, ma grande e con un piccolo giardino sicuro. Ecco, ogni volta che penso a quel riquadro verde, ci vedo un cane come era Vecio. Lui non potrò più aiutarlo, ma altri nella sua situazione sì. E non vedo l'ora che venga quel giorno.

Grazie ancora

Barbara

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP