SILVIO: non lasciamolo andare via senza aver fatto nulla per lui!

>> domenica 4 gennaio 2015

ROMA
“Se solo sapeste quanta paura avevo quando mi hanno portato in canile... Ma come darmi torto? Ditemi la verità: voi non ne avreste? Io non sapevo cosa mi aspettava quando mi hanno caricato su quel furgone bianco. So soltanto che dal 2008 vivo in una gabbia, ma nessuno mi ha mai spiegato il perché. Ora ho 12 anni e non mi illudo che la vita possa riservarmi qualcosa di diverso, una fine migliore.
Sono sempre stato diffidente nei confronti degli estranei, mi viene istintivo abbaiare mentre mi ritraggo, una sorta di ritirata difensiva. Bisogna sapermi conquistare. Comunque sono un tipo che si affeziona abbastanza facilmente; le persone che conosco mi piacciono tanto, mi piace baciarli sul loro muso senza peli e ricevere tante coccole in cambio... Vado d'accordo con le femmine e anche con i maschietti. Sono il falchetto del canile (anche se alla mia età ci vedo pure un po' male...) e me ne sto sempre appollaiato sul muretto del box a guardare quello che succede, è il mio modo per distrarmi, la mia televisione con le sbarre a quadretti... Quando mi fanno uscire nel recinto di sgambamento c'è sempre qualcuno che mi tiene d'occhio, perché a volte mi viene in mente che potrei scavalcare la rete della mia prigione e correre libero nel prato sconfinato, per ore e ore, fino a crollare esausto. Sono un gran nuotatore, un campione dello “stile cane”: mi tuffo nel catino grande dell'acqua e mi rinfresco le zampe e la testa... quando esco dall'acqua sembra che mi hanno messo la gelatina sui capelli, assomiglio all'attore bello di Baywatch! Anzi, io sono più bello perché ho i baffi bianchi che mi danno il fascino dell'esperienza... Bisogna riderci su, altrimenti l'alternativa è lasciarsi andare.
Sapete com'è per un vecchietto di canile come me, oggi ci sei, domani non ci sei più.  Io non so quanto resisterò ancora: sono positivo all'erlichia e l'anno scorso ho avuto una lieve insufficienza renale che per fortuna con le medicine e le pappe medicate è passata.
Io sono Silvio, assomiglio a un segugio, sono di taglia media, peso 22 kg, ho 12 anni. Sono chippato, vaccinato, sterilizzato, negativo alla leishmania. Mi hanno insegnato ad andare a spasso con pettorina e guinzaglio così sono un cane ancora più bravo. Se esiste da qualche parte una mamma o un papà per me, io li raggiungerei ovunque. Nessuno mi ridarà mai indietro gli anni di vita che ho perso qua dentro, spero soltanto di avere una fine migliore di quella che mi aspetta in questa fredda gabbia...”


Silvio si trova nel canile di Velletri (RM). Per informazioni e adozione: Ufficio Adozioni 06.96453459 (lun-ven orario 10-13) - Caterina 333.9726087 - Silvia 339.2208552 - canile.velletri.silvia@gmail.com oppure Claudia 338.7034771 - adozionicanilevelletri@gmail.com - Ufficio Diritti Animali 06.96158492 oppure il sito web www.veliternatuteladelcane.it.

0 commenti:

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP